Lubitel è mille culure

lubitel-1

Questo rullino mi fece decisamente incazzare all’epoca, probabilmente avevo sbagliato io a esporre le foto fatto sta che mi ritrovai tra le mani una cosa ai limiti dell’ingestibile. La scansione mi diede dei file “difficili” che dovetti lavorare parecchio semplicemente per vedere cosa c’era nella foto!

lubitel-2

Curve, istogramma…un delirio e alla fine ogni foto un colore diverso. Ore buttate.
Dopo il lavoraccio le ho lasciate in un angolo buio del catalogo di Lightroom, arrabbiato.

lubitel-3

Poi basta far passare due anni e le rivaluti, adesso riesco a guardarle e ad accettare che abbiano delle dominanti diverse l’una dall’altra. Can I get an amen?
Tutto questo casino è stato possibile grazie alla Lubitel 166B (non smetterò mai di benedire i venti euro che mi hanno portato a lei) e la pellicola Slide X-pro Lomography che io continuerò a non crossprocessare.

lubitel-4

lubitel-5

lubitel-6

Lost in Ciociaria

T-Max 400 (tmax dev + fix)

Per la prima volta pubblico le foto fatte con l’ultima arrivata: una Voigtlander Bessa R. Questa telemetro 35mm si sta già rivelando comodissima da portare in giro affidabile e accurata! L’esposimetro TTL poi è una gioia che ultimamente mi sono troppe volte precluso.

T-Max 400 (tmax dev + fix)

Di Voigtlander è rimasto solo il nome, in realtà si tratta quasi di un tributo fatto dal proprietario giapponese del brand Cosina allo storico marchio tedesco.
Un progetto folle che che agli albori del boom digitale (2000) sfidò un marchio non da poco, Leica, sul terreno delle telemetro. I risultati a detta di molti sono sorprendenti, io non posso ancora fare paragoni ma mi ritengo completamente soddisfatto.

T-Max 400 (tmax dev + fix)

Quello che salta più all’occhio è la differenza di prezzo abissale, quindi se qualcuno vuole iniziare con una buona telemetro credo non ci sia scelta migliore. L’attacco è a vite M39, io avevo già un industar 61 e questo è quello che sono riuscito a tirare fuori.
Prossima mossa acquistare una lente più grandangolare, sono mesi che scatto solamente con obiettivi “normali”, mi devo liberare un po’!

T-Max 400 (tmax dev + fix)

Queste foto sono state scattate tra Anagni e Alatri, in una Ciociaria fatta di chiese e macellerie.

T-Max 400 (tmax dev + fix)

T-Max 400 (tmax dev + fix)

T-Max 400 (tmax dev + fix)

Post monofotografico n°9

mamiya-1

Scatto d’agosto, con la Mamiya M645J!

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 90 follower