bessa R, film

Une année sans lumière, seconda parte

Ancora una seconda parte, di un altro progetto fotografico gioioso.
Stavolta non il post-terremoto ma la pandemia, non dalle Marche ma da Roma.
Qui la prima parte.

Another joyful photographic work.
This time is not about the aftermath of the earthquake but it’s about the pandemic, not from the Marche region but from Rome.
Here’s the first part.

Anche queste foto scattate su Ilford HP5+ tirata a 1600 ISO, con la Voigtlander Bessa R.

All the photographs taken with Ilford HP5+ pushed to 1600 ISO, I shooted with the Voigtlander Bessa R.

Standard
film, minolta 600si classic

A quattro anni

Ho trovato finalmente il tempo necessario per editare due serie di foto fatte l’estate scorsa, i quattro anni del titolo si riferiscono al tempo passato dal primo evento sismico nell’agosto 2016.
Questa era la situazione ad agosto 2020, e sono abbastanza tranquillo nell’affermare che in questi sei mesi di gestazione non è cambiato molto.

Finally I found the time to choose and edit the photographs I took for this project last summer. In the title I write “4 years” and that refers to the first earthquake in August 2016 in central Italy. These photos describe the landscape in august 2020, in these six months I’m quite sure that nothing has changed.

La stragrande maggioranza degli scatti sono stati fatti tra Pretare, Trisungo e Piedilama.
Il tutto su Ilford HP5+ (tagliata direttamente dalla bobina, per la prima volta) con la Minolta Dynax 600si classic.

A great part of this work was shot in the villages of Pretare, Trisungo and Piedilama.
For the first time I used the Ilford HP5+ cut right out from the bulk lenght film, I used it with the Minolta Dynax 600si Classic.

Seguirà una seconda serie di scatti a chiudere questo capitolo.

Another series of photos will follow, to end this chapter.

Standard