film, rolleiflex T

Quello che (mi) rimane di Milano

milano-1

Queste sono le prime foto fatte con la Rolleiflex, ce ne sono altre ma non credo che avrò mai il coraggio di pubblicarle.
Mi ero affidato a dei rullini che hanno avuto la varicella e mi hanno simpaticamente sputtanato gran parte degli scatti fatti a Milano il mese scorso.

milano-2

Ritirati gli sviluppi mi sono accorto che due rulli erano completamente a pois, ho contattato la casa costruttrice che ha fatto il suo dovere e ha cercato di farsi perdonare con qualche rullo gratis. Rimane il fatto che a me di Milano è rimasto solo il duomo, per fortuna il tetto.

milano-3

La rollei in sé è una bomba. Funziona alla perfezione con tutti i tempi e diaframmi ma soprattutto FA SCENA.
In due giorni ho ricevuto i complimenti di:
– un cameriere che credeva fosse una cassaforte in miniatura,
– il militare che mi perquisiva prima di salire sul tetto del duomo,
– un turista anglofono che pensava stessi facendo foto al pavimento.

milano-4

Riassumo la scena del turista anglofono.
Il tizio mi aveva adocchiato da un po’ e mi fissava mentre io provavo a fare foto e inquadravo qua e la, per chi non lo sapesse le biottiche tipo la Rolleiflex sono dette a pozzetto perchè l’inquadratura si fa dall’alto guardando verso il basso, nella macchina c’è uno specchio a 45° che ti mostra l’immagine che hai di fronte. Quindi lui mi guardava come se guardasse uno scemo che va in giro a inquadrare il pavimento, alla fine si fa coraggio si avvicina e mi dice qualcosa tipo “are you taking pictures to the ground?”. Gli ho dovuto mostrare il pozzetto della fotocamera e si è divertito come un bambino, ha allora scoperto il funzionamento delle famose Twin Lens Reflex.
Questa sopra è l’unica foto fatta ad un pavimento, ci ho messo mezz’ora per farla e ho anche rischiato di far cadere la macchina sotto svariate volte.

milano-5

milano-6

Chiedo scusa per aver scattato foto grigie a Milano…il bianco e nero non mi ha aiutato ad uscire dallo stereotipo!

milano-7

Standard

8 thoughts on “Quello che (mi) rimane di Milano

  1. E’ vero che a Milano non c’è solo il duomo, ma secondo ti sei dimostrato (come sempre) molto bravo e capace. E, personalmente, apprezzo tantissimo il bianco e nero per questa serie di fotografie.
    Per quanto riguarda i rullini a pois, so di cosa parli. Il mio primo tentativo con la Lubitel è stato qualcosa di sconcertante. Oltre alle grandi difficoltà di messa a fuoco (e quella è solo responsabilità mia) mi sono uscite foto scurissime piene di pois e di numeri. Non ti dico la delusione. Per fortuna non ho altre pellicole in bianco e nero, anche se mi restano quelle a colori…

    • Hai avuto anche tu problemi di varicella quindi?! Guarda per me non è stata neanche la prima volta…credevo fosse una questione di esposizione sbagliata e invece alla fine ho capito che dipendeva dal rullino. Unica soluzione, smettere di comprare quelle pellicole🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...