digital, fuori tema, nikon d7000

Il tarlo

Questo blog non è defunto, anche se obiettivamente potrebbe sembrare vista la mia latitanza in quest’ultimo periodo.
In realtà la colpa è tutta di questo nuovo lavoro che ho terminato da poco, un documentario biografico in forma di cortometraggio intitolato “il tarlo”.
Qui sopra il teaser.

still-2

Ho terminato di montarlo da poco, ho fatto un sito (http://www.iltarlodoc.it), il poster e tutto il necessario per chiudere il pacchetto.
Ecco la sinossi:

Il tarlo è un insetto che attacca e si nutre della polpa del legno, lo stesso termine nel gergo comune viene usato per indicare un pensiero persistente, un chiodo fisso.
La programmazione software, le bocce, il restauro di antichi orologi, gli scacchi e soprattutto il legno sono alcune delle passioni passate e presenti del protagonista di questo ritratto.
Apparentemente distanti tra loro, sono interessi legati da quella che lui definisce voglia di “far lavorare il cervello”, in qualsiasi campo la logica e il calcolo sono le sue prerogative. Ancora oggi, alla soglia dei novant’anni, Francesco lavora il legno nel suo laboratorio e da un angolo della stanza si sente il picchiettare del tarlo.

still-1

still-6

Questi sono alcuni fotogrammi estratti dal documentario, girato interamente con l’ormai fidata Nikon D7000 (ebbene si, si possono girare cose decenti anche senza full-frame).

Ho già qualche rullino accumulato nel cassetto quindi tornerò presto a ridare un po’ di vita a questo spazio!

still-3

still-4

still-5

copertina-fhd

Standard
fuori tema, leica q, nikon d600

The Hateful Eight – Tarantino a Cinecittà

hateful-1

Oggi esce il nuovo film di Quentin Tarantino “The Hateful Eight”.
La scorsa settimana ho avuto l’occasione di partecipare alla première italiana al teatro cinque di Cinecittà come assistente fotografo (grazie a Daniele).
Per l’occasione il teatro è stato diviso in due parti, la sala di proiezione (in pellicola 70mm) e una ricostruzione del set dove ha avuto luogo il party finale, con tanto di neve.
Esperienza faticosa ma sicuramente bella, fatta per forza di cose con due digitali al collo: Leica Q e Nikon D600.

Eccovi le foto.
hateful-2

hateful-3

hateful-4

hateful-5

hateful-6

hateful-7

hateful-8

hateful-9

hateful-10

hateful-11

hateful-12

hateful-13

hateful-14

hateful-15

hateful-16

hateful-17

hateful-18

hateful-19

hateful-20

hateful-21

hateful-22

Standard
fuori tema

Vendonsi

vendo-1-3

Come qualcuno avrà notato ho inaugurato una nuova pagina del blog: VENDO.
Chi non l’ha notato lo può notare in alto, a fianco a “ABOUT”. Notevole eh?
Ho deciso che va bene comprare macchinette ogni mese, ma ogni tanto qualcosa dovrò dar via altrimenti mi intaso.
Non sono un collezionista da vetrina quindi le fotocamere che non uso preferisco darle a qualcuno che magari ci scatterà.
Perlopiù si tratta di doppioni come nel caso della Smena o triploni (questa non credo sia buona) come nel caso della Minolta…comunque sono macchine con cui ho scattato e che conosco, quindi se volete altre informazioni basta chiedere!

Contattatemi here, there and everywhere. Astenersi perdigiorno.

Standard
fuori tema

Gente di Capocotta a Fotoleggendo

Quest’anno ho frequentato un corso per photo editor organizzato da Officine Fotografiche ed è stato decisamente terapeutico.
Il caso vuole che la docente fosse Tiziana Faraoni e caso vuole che questa Tiziana Faraoni sia il direttore artistico di Fotoleggendo 2012.

//

This year I attended a photo editor class at Officine Fotografiche and that was really therapeutic to me.
It just so happens that our teacher was a certain Tiziana Faraoni, and it just so happens that Tiziana Faraoni is the artistic director of Fotoleggendo 2012.


Tale Tiziana Faraoni ha deciso dunque di coinvolgere noi del corso nell’organizzazione delle mostre che saranno collocate nello spazio OF.
Senza dubbio un’ottima occasione per fare un  test su strada di quello che si era detto e fatto nei mesi precedenti.
Io ho curato la mostra di Daniele Cametti Aspri, e tale Daniele Cametti Aspri proponeva un lavoro fotografico sul mare chiamato “EVANESCENSEA”. Durante un editing ci siamo accorti che tra le foto ce n’erano alcune che in qualche modo si “staccavano” dal resto. In maniera molto naturale è quindi nato “Gente di Capocotta”.

//

Tiziana Faraoni then choosed to involve us in the organization of OF (sorry!)  exhibitions.
Without any doubt this is a goot test for us, we’re training what we studied for.
I am curating Daniele Cametti Aspri exhibition. Daniele cames the first time with a project about sea called “EVANESCENSEA”, during the editing we saw that some pictures were stronger than other and we choose to edit another work called “Gente di Capocotta” (People of Capocotta).

Dei ritratti seriali estivi, uno spaccato del bagnante di Capocotta, la romanità al mare.
Le mostre dello spazio OF verranno inaugurate il 5 ottobre prossimo allo spazio I.S.A. a Roma.

//

Some summer serial portraits, a representation of  Capocotta’s bather, romanism at the sea.
Of’s exhibitions will be open from the 5th of october at I.S.A., Rome.

Standard
fuori tema, macro, nikon d90

Fuori tema 3 -Transfer

Pochi giorni fa è uscito in Giappone prodotto dalla Murmur records l’album Transfer di Øe, progetto che rimanda direttamente al sound artist Fabio Perletta. Si tratta di un concept-album che ha come perno il rapporto tra la  sfera emozionale umana e gli stimoli digitali che oramai la circondano e determinano.

//

Few days ago Murmur records released in Japan the album Transfer from Øe, a project of the sound artist Fabio Perletta. This is a concetp-album that focuses on the relationship between the human emotional sphere and the digital inputs that nowadays surround us and interact with it.

Questa è la pagina dedicata al progetto. Sicuramente leggendo troverete spiegazioni più esaurienti della mia…
Lo scorso anno realizzai per Transfer il video che accompagna la prima traccia february / seek e questo è stato incluso nel cd enhanced in vendita qui.

//

This page is about this project…and reading this I think that you’ll understand easily what the project is about.
Last year I realized a video for the first track of Transfer (february / seek)  and this has been included in the enhanced cd for sale here.

Il video dura 11 minuti ed è stato girato interamente con lenti macro. Ho cercato in questo modo di amplificare la concretezza dei materiali filtrandola con il mezzo digitale. Gli errori e le distorsioni del video non sono altro che il rimando diretto al concept dell’album.

//

This 11 minutes length video and has been shooted entirely with macro lenses. I tried to enhance the materials and I did this filtering our reality with a digital item. The distorsions and the video glitches represents the link to the main concept of Transfer

Questa sequenza che vedete è una selezione di fotogrammi estratti dal video.
Cromaticamente ho scelto tonalità calde ma estremamente desature che diventano quasi monocromatiche.

//

This sequence is a selection of frames from the video.
I choose to use warm and desaturated colours…almost monochromatic.

Di seguito l’estratto del video pubblicato su vimeo, spero vi piaccia.

//

Here we are with a short extract uploaded on vimeo, enjoy! 

Standard
fuori tema, nikon d7000

Fuori tema 2 – Fausto Delle Chiaie

Segnali di vita da parte mia.
Sto scrivendo un paio di articoli da pubblicare, e nel frattempo volevo condividere con voi questo video fresco fresco!

//

…yes, I’m alive.
Actually I’m writing a couple of posts but now I’d like to share with you this brand new video!

In questo periodo sto lavorando ad un documentario su Fausto Delle Chiaie, un personaggio contemporaneo romano a dir poco sopra le righe: artista, performer, curatore e custode del suo Open Air Museum (letteralmente “museo all’aria aperta”), Fausto da svariati  anni espone i suoi lavori a Roma di fronte l’Ara Pacis. Il suo spazio espositivo è un muretto affiancato al marciapiede.

Paradossalmente non ho molti scatti che lo riguardano, questi sono due  lavori “ciao tesoro mio” e “avanzo di galera” (so di non rendergli giustizia attraverso queste due foto).

//

In these weeks I’m working on a documentary on Fausto Delle Chiaie, a personality over the top here in Rome. He’s the artist, the performer, the curator and the attendant at the “Open Air Museum”.  From several years Fausto shows his artworks in front of the Ara Pacis in Rome, his exhibition area is the street.

Unfortunately I have few photos of his works, these below are “bye my treasure” and “remains of convicts”.

Se passate da Roma andate all’Ara Pacis, fuori dalle 17.30 fino alle 20 circa troverete l’Open Air Museum, tutti i giorni tutti i mesi, fate un’offerta al museo e non dimenticate il biglietto!
Non aggiungo altro, se non un fotogramma con il maestro tratto dal documentario che sto montando.

//

If you came to Rome I suggest you to go to the Ara Pacis, outside from 17.30 to 20 (more or less) you can visit the Open Air Museum…free entry (if you want you can give an offer to the museum) but don’t forget the ticket!
There’s nothing more to say, this is a frame with “il maestro” from the upcoming documentary.

Standard