digital, nikon d7000

L’emergenza soffice, giorno

emergenza-4

Ho scattato queste foto tra il 19 e il 23 gennaio scorso nelle marche, precisamente a Paggese una frazione del comune di Acquasanta Terme. A molti questo nome non dirà niente, qualcuno invece negli ultimi mesi avrà sentito nominare Acquasanta in relazione ai terremoti del centro Italia.
Il 18 gennaio ci sono state quattro scosse di magnitudo compreso tra 5 e 5,5  con l’aggravante della situazione meteo: nelle zone meno colpite del comune c’era più di un metro di neve, mentre in parecchie frazioni si arrivava tranquillamente a tre metri.

//

I took these pictures in the late january, in the marche region. To be more precise in Paggese, a small community of the Acquasanta Terme district. Someone here in Italy may have heard this name towards the earthquakes we had in the last months.
The 18th of january there have been four events with magnitude between 5 and 5.5. The weather made everything worst: in some lucky area of the district the snow was  only 1 meter heigh  but elsewhere it reached 3 meters.

emergenza-1

Siamo in una fascia compresa tra i Monti Sibillini a nord e i Monti della Laga a sud, il secondo comune per vastità della provincia (dopo il capoluogo Ascoli Piceno) che ha però una densità di soli 20 abitanti per kmq. Un territorio che comprende molte frazioni spesso distanti tra loro, paesi disabitati o con pochi abitanti durante il periodo invernale che si ravvivano durante il periodo estivo.

//

This place is between the Sibillini mountains (north) and the Laga mountains (south), the second largest district in the Ascoli Piceno area that only has 20 inhabitants per km2. It has a lot of small communities living far from one another, deserted villages or villages with few inhabitants that grow during the summer.

emergenza-2

Tutto questo ovviamente prima del terremoto del 24 agosto scorso.
Via via i borghi con le case più antiche (quindi più colpite dal sisma) si sono letteralmente svuotati, molti edifici sono stati giudicati inagibili e altri che hanno retto sono invece a rischio perché troppo vicini a case pericolanti.
Poi c’è stato il sisma del 30 ottobre, inutile dire che la situazione è diventata ancora più precaria. L’edificio stesso del comune è stato dichiarato inagibile e questo la dice lunga su come possa essere difficile gestire certi eventi.

//

This was the state before the earthquake of the 24th of August. Then the villages with the ancient houses were litterally emptying, a lot of houses are condemned and others are at risk because too near to condemned houses.
Then it came the earthquake of the 30th of october, the situation became worst. The city hall itself was condemned.

emergenza-3

Il paesaggio si è lentamente popolato di roulotte e camper, pompieri e forze dell’ordine. Sempre meno abitanti e sempre più emergenza, un’emergenza con cui fa i conti sia chi è costretto a vivere lontano dal cosiddetto cratere sia chi ancora oggi è li. Da  circa sei mesi ormai.

//

The landscape was slowly changing, a lot of roulottes and campers appeared as well as firemen and security forces. Less inhabitants and more state of emergency.
A state of emergency that everyone feels even today, the ones that are forced to live far away and the lucky ones that are still there.
A state of emergency that lasts even today, six months later.

emergenza-5

Il teatro di questo reportage è quindi un comune che non è stato mai direttamente al centro dell’attenzione mediatica, ma ha comunque subito tutti gli eventi sismici. L’occhio dei media è stato calamitato ovviamente dai casi più gravi: Amatrice e Accumoli prima Norcia e l’hotel Rigopiano poi.
Tutte zone colpite in modo devastante e vicinissime geograficamente.

//

The scene of this reportage is a district that was not a main topic for the news but it suffered all the events. The media coverage was attracted mainly from the destruction in Amatrice and Accumoli, then from Norcia and at least from Rigopiano Hotel. All of these tragedies took place very near Acquasanta Terme.

emergenza-6

La neve in questi luoghi c’è sempre stata.
In maniera più o meno marcata le nevicate si sono sempre registrate ma in questo caso hanno isolato e reso diversa l’esperienza del terremoto, più dura e in qualche modo onirica.

//

The people from these communities are used to snow.
Every year has its snowfall but this time it isolated and made the experience of earthquake a lot different: harder and somehow dreamlike.

emergenza-7

La neve attutisce, elimina l’orizzonte dalla vista e rende il paesaggio claustrofobico.
Stavolta ha eliminato anche le vie di fuga, materialmente, opponendosi in maniera soffice.

//

Snow softens everything, delete the horizon and make claustrophobic the landscape.
This time deleted tangibly even the escape routes, standing softly.

emergenza-8

 

Standard