praktica plc3, zenit 122

La vite M42 e Praga (prima parte)

Tutto è iniziato con un’attacco a vite M42, con lui sono partito per Praga insieme ad Agnese.
A Marzo nel 2009 faceva un freddo cane, mi ero portato dietro la mia prima fotocamera una Zenit 122 comprata da mio padre nei primi anni ’90, il suo Helios 50/f2 ed il mitico Jupiter 200/f4 da 14 kg. Adesso quando parto per un viaggio mi sento molto più agile e leggero, chissà perchè.

//

Everything started with an M42 mount, with it I left for Prague together with Agnese.
In March 2009 it was very cold, with me I carried my first camera a Zenit 122 that my father bought in the early ’90s, its Helios 50/f2 and the wonderful and super-heavy Jupiter 200/f4 . Now I understand why I feel more comfortable and light during my latest travel.

La Zenit è una macchina totalmente manuale, solo l’esposimetro a LED testimonia il progresso con le sue tre luci: rossa giu -> sottoesposto, rossa su -> sovraesposto, verde -> ok. I tempi vanno da 1/500 a 1/30 + la posa B, ma nelle mie pose B entrava luce quindi di notte niente foto! C’è la funzione autoscatto, rumorosa come tutto il resto, ma perfettamente funzionante, il contascatti è sulla parte superiore cosi come il selettore ISO e l’otturatore è a doppia tendina.

//

This Zenit is completely manual, only the LED exposimeter has the signs of evolution with its three lights: red under -> underexposed, red above ->  overexposed, green -> ok. Shutter times are from 1/500 to 1/30 + B, but my bulb pose had infiltration of light so I couldn’t take night shoots.This camera has a self timer, noisy but working, the counter is on the top as the ISO selector and it uses a double courtain shutter.

Ad un certo punto della vacanza la macchina ha ceduto (si e sganciato qualche ingranaggio che alza lo specchio), e come se non bastasse l’obiettivo si è aperto. Lo so sembra una cosa da pazzi ma si è aperto ed ancora oggi non riesco a chiuderlo! (In foto sembra normale, ma è appena appoggiato per simulare la normalità).
Quindi kaputt, posso affermare che la mia Zenit è morta a Praga.

//

Unexpectedly my reflex stopped working (I think for some problem with the mirror) and also the lens unscrewed. I know it sounds crazy but today I still can’t reassemble it! (In the picture it is only leaned to the body to simulate an usual situation).
Kaputt! I can say that my Zenit died in Prague. 

A questo punto, dopo aver imprecato contro il cielo per diversi quarti d’ora, ho optato per l’acquisto di una nuova-vecchia reflex con cui riusare i miei obiettivi ad attacco M42 e finire la mia scorta di rullini. In un negozio vicino Václavské náměstí (Piazza Venceslao) ho trovato la mia seconda reflex: una Praktica PLC3.  Rumorosa, pesante ma bellissima.

//

After lots of swearing I decided to buy a new-old reflex with an M42 mount to use my lenses and my little stock of films .I found my second camera, a Praktica PLC3, in a store near Václavské náměstí (Wenceslas Square): this reflex is noisy, heavy but beautiful. 

Dopo aver schivato una fregatura dal negoziante sono uscito con la mia Pentacon Praktica PLC3 fiammante: anno di produzione tra il 1978 e il 1983 e assemblata nell’allora DDR. Il corpo di questa fotocamera ha la parte superiore e quella inferiore in metallo a vista, mentre la fascia centrale è coperta in plastica. Il pulsante di scatto è posizionato frontalmente a destra dell’obiettivo, i tempi di scatto vanno da 1/1000 fino ad 1″ +B e l’otturatore questa volta è a lamelle metalliche a scorrimento verticale. L’esposimetro è ancora più spartano della Zenit: una levetta nel mirino si alza e si abbassa a seconda dell’esposizione, inutile dire che di notte bisogna tirare a naso.

//

Then I went out the shop with my brand-new Pentacon Praktica PLC3: producted bbetween 1978 and 1983 in DDR.  The middle part of the body has a leatherette cover, while the top and the bottom are “naked” metal. The shutter release is in the front near the lens, we can choose times from 1/1000 to 1″ + B and the shutter itself is a vertical-travel metal-blade curtain. The exposure meter is less technological than the one on the Zenit: a lever show us if we’re under or above the good exposition, if you wish to take a photo in the dark you have to guess!

A breve  il seguito del post con le foto di Praga!

//

Pictures of Prague coming soon with the second part of this post!

Standard