Di cupole e di pioggia

rolleiflex-1

Il maltempo per me è infinitamente più interessante di una giornata di sole.
Sto già rimpiangendo la stagione (che non è ancora) finita e con questo approccio sarà difficile scattare d’estate.

rolleiflex-2

Credo che il mio complesso sia dovuto al fatto che durante le cosiddette belle giornate tirare fuori la fotocamera è più facile ed in certe situazioni porta a ripetersi.
Se invece ci si ritrova sotto l’acqua, magari con una fotocamera di piombo fuso al collo, la situazione sembra “avventurosa” anche se in realtà sei al centro di Roma, al Pincio.

rolleiflex-3

Queste foto sono anche l’ennesimo capitolo del mio rapporto bipolare con le pellicole Lomography: amo la diapositiva x-pro 200 e per niente al mondo la userò cross-processata visti i colori di questi scatti. Il rullo in questione è stato ancora scattato con la Rolleiflex T, dubito che smetterò di usarla a breve.

rolleiflex-4

Per concludere uno spiraglio di tavolo a colazione.
Con i resti della cena e del pranzo e della colazione del giorno precedente, ciao mamma.
Che poi sicuro arriverà qualcuno e dirà “guarda che colori ‘sto instagram”.

Quello che (mi) rimane di Milano

milano-1

Queste sono le prime foto fatte con la Rolleiflex, ce ne sono altre ma non credo che avrò mai il coraggio di pubblicarle.
Mi ero affidato a dei rullini che hanno avuto la varicella e mi hanno simpaticamente sputtanato gran parte degli scatti fatti a Milano il mese scorso.

milano-2

Ritirati gli sviluppi mi sono accorto che due rulli erano completamente a pois, ho contattato la casa costruttrice che ha fatto il suo dovere e ha cercato di farsi perdonare con qualche rullo gratis. Rimane il fatto che a me di Milano è rimasto solo il duomo, per fortuna il tetto.

milano-3

La rollei in sé è una bomba. Funziona alla perfezione con tutti i tempi e diaframmi ma soprattutto FA SCENA.
In due giorni ho ricevuto i complimenti di:
- un cameriere che credeva fosse una cassaforte in miniatura,
- il militare che mi perquisiva prima di salire sul tetto del duomo,
- un turista anglofono che pensava stessi facendo foto al pavimento.

milano-4

Riassumo la scena del turista anglofono.
Il tizio mi aveva adocchiato da un po’ e mi fissava mentre io provavo a fare foto e inquadravo qua e la, per chi non lo sapesse le biottiche tipo la Rolleiflex sono dette a pozzetto perchè l’inquadratura si fa dall’alto guardando verso il basso, nella macchina c’è uno specchio a 45° che ti mostra l’immagine che hai di fronte. Quindi lui mi guardava come se guardasse uno scemo che va in giro a inquadrare il pavimento, alla fine si fa coraggio si avvicina e mi dice qualcosa tipo “are you taking pictures to the ground?”. Gli ho dovuto mostrare il pozzetto della fotocamera e si è divertito come un bambino, ha allora scoperto il funzionamento delle famose Twin Lens Reflex.
Questa sopra è l’unica foto fatta ad un pavimento, ci ho messo mezz’ora per farla e ho anche rischiato di far cadere la macchina sotto svariate volte.

milano-5

milano-6

Chiedo scusa per aver scattato foto grigie a Milano…il bianco e nero non mi ha aiutato ad uscire dallo stereotipo!

milano-7

Fuori tema 4 – Il museo chiude quando l’autore è stanco

https://vimeo.com/87092283

Proprio oggi abbiamo deciso di pubblicare il documentario su Fausto Delle Chiaie finito di montare lo scorso anno.
Grazie a lui mi sono fatto il viaggetto a Cannes per presentarlo allo Short Film Corner del Festival.

ilmuseochiude-3

Questi sono alcuni frames estratti dal corto…che è stato girato con una reflex APS-C.

ilmuseochiude-4

 Spero vi piaccia, se volete altre informazioni su questo personaggione che è Fausto potete visitare il sito del doc oppure la sua pagina wikipedia!

ilmuseochiude-5

 ilmuseochiude-6

ilmuseochiude-2

P.S. A quanto pare wordpress ce l’ha con me, quindi ha deciso di non mostrare il video su questa pagina (nell’anteprima giuro, si vedeva).
Quindi se volete vedere il documentario vi tocca cliccare sul link ad inizio articolo.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 60 follower